Un viaggio a Capo Nord in auto elettrica

Si è conclusa la parte europea del World Tour Ecolibera.it, il viaggio che quest’estate ha visto Pierpaolo Zampini, AD di ‎Ecolibera , la sua compagna Liliana Modoran e il loro cagnolino, protagonisti di un tour molto speciale.

Il simpatico ed “elettrico” trio è partito da Milano, ha raggiunto Capo Nord per poi proseguire attraverso un tour lungo il nostro Belpaese. L’auto utilizzata è stata una Tesla Model S che ha permesso al trio di percorrere più di 20.000 km senza spendere un solo euro di carburante. L’auto è stata infatti rifornita presso i luoghi in cui soggiornavano, i Tesla Supercharger e le colonnine di ricarica elettrica presenti sui territori attraversati.

Il World Tour Ecolibera.it ha dimostrato, ancora una volta, che l‘auto elettrica è il futuro e non è un limite per chi viaggia, ma anzi una grande opportunità di comodità e risparmio.
«La prima parte del tour – racconta Pierpaolo – ci ha visti protagonisti di un itinerario in Europa che ci ha portati fino al Nord più estremo attraversando i paesi dell’Est europeo con territori in parte ancora sprovvisti di Supercharger Tesla. Abbiamo comunque viaggiato senza problemi utilizzando colonnine di terze parti, gratuite fino a 50kW di potenza, in Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, sovente utilizzate dai locali taxi elettrici, in particolare a Budapest, BRNO».

Guarda i video del viaggio

Un’auto elettrica desta ancora molto stupore e Liliana ce lo ha confermato. «Ci è capitato spesso, nei parcheggi o nelle aree di sosta e ristoro, di essere accerchiati da persone curiose che ci chiedevano maggiori dettagli sull’auto e sul nostro viaggio. Volevano capire quali fossero i vantaggi di un’auto elettrica e come fosse possibile fare un viaggio così lungo. Per noi è stato semplice rispondere: basta organizzarsi valutando i percorsi anche in base alle colonnine presenti nelle zone attraversate. Questo aspetto, che potrebbe sembrare un limite, in realtà ci ha permesso di vivere esperienze che difficilmente avremmo avuto con un’auto normale. Un esempio?
All’imbarco sul treno (elettrico!) per attraversare l’EuroTunnel della Manica, abbiamo ricaricato la nostra auto a un Supercharger Tesla con energia prodotta da pale eoliche. Un’immgine impagabile che vi proponiamo».

Pierpaolo e Liliana hanno documentato con foto e video le diverse fasi del viaggio (potete trovare tutte le foto e le informazioni qui) per evidenziare la facilità con cui si sono riforniti presso le colonnine di ricarica (non solo Supercharger Tesla) e i brevi tempi di ricarica che consentivano una breve sosta ogni 350/400km (esattamente come farebbe chiunque durante un normale viaggio).
«In alcune stazioni Supercharger come ad esempio in Norvegia – continua Pierpaolo –abbiamo persino potuto pulire l’auto mentre era in carica grazie alla presenza di aspirapolveri a disposizione di tutte le auto che usufruivano del servizio».

Altro obiettivo del viaggio era sfatare i falsi miti sulle auto elettriche.  «Per noi è stato importante abbattere alcuni pregiudizi, come ad esempio l’alto costo iniziale d’acquisto (ammortizzato in di pochi anni grazie ai costi minimi di mantenimento e utilizzo), l’inferiore autonomia chilometrica rispetto a un’auto endotermica (ricaricavamo l’auto durante la notte e uscivamo ogni mattina con il pieno. Per i viaggi lunghi, c’erano colonnine di ricarica a sufficienza per non restare senza energia!) o le basse prestazioni di un’auto elettrica. Tutto assolutamente non vero. Molti inoltre si dicono non disposti a rinunciare all’emozionante rumore di un’auto in accelerazione, ma quando si accorgono che, al posto del rombo, ottengono un’efficienza fino a tre volte maggiore rispetto alle auto a benzina, ci ripensano volentieri».
Dopo aver attraversato 14 paesi, aver visitato 25 città europee, Pierpaolo, Liliana e il loro simpatico Cici sono tornati in Italia e perché no…hanno proseguito il loro percorso verso sud, attraversando tutto lo stivale!
«Un viaggio in auto elettrica è possibile in Europa quanto in Italia. Lo dico un’altra volta: l’auto elettrica è il futuro. Certo, è indispensabile organizzarsi per caricarla, ma se la vostra casa produce energia perché dotata di impianti ad energia rinnovabile  (come le nostre case Ecolibera) è possibile caricare la vostra auto spendendo infinitamente meno rispetto alle auto a combustibile. I Supercharger inoltre, se l’auto è Tesla, sono gratuiti. Cos’altro dobbiamo aspettare quindi?».

Il World Tour Ecolibera.it ha concluso il suo percorso europeo. Ora cosa ci attenderà? #staytuned…il viaggio nella mobilità sostenibile non è ancora terminato! Il mondo è grande!

Autore: BioEcoGeo

Correlati

Riparte dall’America il giro del mondo in auto elettrica

Ecolibera e Tesla, riparte dall’America il Giro del Mondo in auto elettrica. Protagonista...

Continua a leggere

“World Tour Ecolibera.it” missione Italia.

Da Capo Nord alla scoperta del “Bel Paese” per presentare l’ecocar agli italiani da Nord a...

Continua a leggere

Da Milano a Capo Nord in auto elettrica

Importante obiettivo raggiunto dal primo equipaggio italiano che gira il mondo in EcoCar. Siamo...

Continua a leggere

Unisciti alla discussione