Nasce la villa a consumo zero che si ripaga con il risparmio | Il Cittadino Di Lodi

L’abitazione è pensata per autoprodurre tutta l’energia necessaria e un surplus per ricaricare auto, moto o bici elettriche

Vivere “a consumo zero”, producendo tutta l’energia che serve e anche “qualcosa in più”. È il progetto “Ecolibera”, agenzia immobiliare legata al Gruppo Finlibera spa che studia e promuove la filosofia del risparmio energetico come linea guida del nuovo modo di abitare. Spingendosi fino a proporre, e progettare nei minimi particolari, una nuova abitazione che non solo presenta livelli di efficientamento e risparmio energetico da “classe A4”, ma trasforma la casa in una piccola rivoluzione. Inaugurata la prima “villa Zero” ad Asti, il progetto di Ecolibera è pronto a partire anche a Brembio dove la lottizzazione in corso con la collaborazione di Realco srl, impresa costruttrice specializzata, attende solo acquirenti interessati a cimentarsi nell’avventura del consumo zero. Le ville proposte da Ecolibera, infatti, non solo sono studiate nei minimi dettagli per ridurre al minimo i consumi, ma anche per autoprodurre tutta l’energia necessaria, con un “surplus” da utilizzare per ricariche di auto, moto o cicli elettrici. Come dire, zero bollette ma anche zero carburante. Il progetto, che attende acquirenti cui è data la possibilità di personalizzare le proposte prima della consegna delle abitazioni, fissata in un anno dalla stipula dei contratti, prevede la realizzazioni di ville e villette singole, con tetti studiati per supportare impianti fotovoltaici fino a 20kWp. Esposizione a sud, attenzione ai materiali, studio meticoloso dei particolari, la proposta abitativa di Ecolibera si impreziosisce con un giardino dove è possibile installare anche una piscina, un piccolo orto, e servizi personalizzati. Il tutto, garantito a “consumo zero” grazie a meticolosi piani che mirano a realizzare edifici capaci di produrre la giusta temperatura interna e l’energia rinnovabile per impianti elettrodomestici e climatizzazione. Le case Ecolibera, completamente elettriche, sono predisposte per essere scollegate dalla rete, compresa quella del gas – quando la normativa, in attesa di modifica, lo consentirà – e per autoprodurre tutto il fabbisogno energetico. L’investimento iniziale, assicurano i responsabili di Ecolibera, si “autoripaga” nell’arco di 6/8 anni. «Con Ecolibera – spiega Pierpaolo Zampini, con Dario Mondini fondatore, Ceo di Finlibera spa – abbiamo voluto intercettare la domanda di autonomia economica ed energetica, cogliendo una mutazione in corso, l’esigenza di dinamismo e l’attenzione alle risorse tecnologiche più avanzate» capaci, dicono ancora dall’azienda, di «guardare al futuro considerando la casa come bene primario da dove parte una nuova idea di abitare e di vita»..

 

Ufficio stampa e PR: info@patriziadesantopr.it

Correlati

Ecolibera, la casa in armonia con l’ambiente | ERRE AL QUADRATO

Zero costi di energia e di mobilità, ecco la dimora si ripaga da sola, sulle colline...

Continua a leggere

Ad Asti la prima villa in armonia con l’ambiente a zero costi di energia e mobilità | VeraClasse

Ad Asti la prima villa in armonia con l’ambiente a zero costi di energia e...

Continua a leggere

Le case stanno a zero. Ed è una buona notizia | LaRepubblica

  NIENTE PIÙ BOLLETTE DA PAGARE, PERCHÉ L’ENERGIA NECESSARIA È...

Continua a leggere

Unisciti alla discussione