La villa ecologica che si paga le bollette e il pieno | La Stampa – Asti

  • 11 Ottobre 2019
  • Press
  • 0

A Castiglione c’è “Ecolibera”, dalla cuccia del cane con fotovoltaico alle colonnine per la ricarica dei mezzi elettrici

MANUELA MACARIO – CASTIGLIONE

Ha un design essenziale, ar­redi minimal chic a colori neutri, am pie forme geome­triche, ma soprattutto si ri­paga le bollette da sola. E’ stata costruita a Casti­glione la nuova villetta eco­logica dotata di fonti ener­getiche che la rendono auto­noma e molto hi-tech. La vil­la «Ecolibera», e «in armo­nia con l’ambiente e a zero costi di energia e mobilita» spiegano i costruttori. Oltre all’adozione di im­pianti per l’energia rinnova­bile, il fotovoltaico che e sta­to installato alimenta non solo elettrodomestici e rica­rica i veicoli di famiglia, ma c’e anche una serra idropo­nica per coltivare frutta e verdura tutto l’anno. In garage ci sono due co­lonnine per la ricarica dei mezzi elettrici, un’area tecnologica con strumenti per la manutenzione e la creati­vità 3D. Sulla sinistra, una scala porta al primo piano dove ci sono una statua lu­minosa in plexiglass e un’o­pera d’arte cinetica a moto perpetuo. Due piani da 175 metri quadri, più i locali di servi­zio e il box (su un terreno di 550 metri quadri), in cui re­gnano stile moderno e con­temporaneo per le zone giorno e notte e nelle due aree attrezzate per il tempo libero. Elementi d’arredo in linea, ma ciò che non ha prezzo e l’affaccio delle fine­stre e dei balconi sulle colli­ne del Monferrato. Concepita dalla società Finlibera, e dotata di domo­tica, ha arredi molto moder­ni ed e a basso impatto am­bientale. Dal barbecue elet­trico alla cuccia del cane con fotovoltaico e illuminazione crepuscolare, minipi­scina con idromassaggio e tutti i pun ti luce hanno lam­pade a led, che consumano poco. «Anche le pulizie so­no a emissioni zero -precisa­no – con un irobt aspirapol­vere”. Il prezzo di vendita varia dai 520 mila euro ai 600 mi­la euro.
« Una casa Ecolibera può es­sere scollegata dalla rete elettrica, con soluzioni tec­nologiche amiche dell’am­biente e del risparmio» spie­gano dalla società che l’ha ideata. E’ un edificio effi­ciente «e che massimizza l’autoproduzione energeti­ca e l’autoconsum». Un mo­dello di abitazione del futu­ro, progettata per produrre più energia di quella che consuma. L’energia la rica­va dal sole, grazie al tetto fo­tovoltaico. «Rappresenta la prima possibilità concreta di abita­re a emissioni zero» aggiun­gono. Messa a punto in anni di ricerche da progettisti e tecnici della rete d’impresa, «E’ un investimento -spiega­no Pierpaolo Zampini, Da­rio Mortini fondatore, Ceo di Finlibera Spa e vicepresi­dente di Tesla Owners Italia – che si recupera dai 6 agli 8 anni, a seconda dei consu­mi e che garantisce una du­rata nel tempo.

 

In collina il primo villaggio abitazioni autosufficienti A4

La nuova villa green di Castiglio­ne fa parte del primo complesso residenziale del genere costrui­to sulle colline piemontesi. «E’ un luogo dove vivere nella consapevolezza che il futuro e qui e ora» dice il costruttore En­rico Cerruti. L’abitazione preve­de un sistema di edificazione in­novativa. Il sistema di isolamen­to parte dal terreno, con un’in­tercapedine perimetrale per i muri, mentre le pareti hanno un «cappotto» di 15 centimetri. Tetto coibentato, riscaldamen­to a pompa di calore con distri­buzione a pavimento. Cucina e bagni sono coperti dal fotovol­taico. Grandi vetrate e tapparel­le in alluminio a inclinazione re­golabile per avere luce naturale tutto il giorno, giardino con irri­gazione automatica. L’impian­to fotovoltaico del tetto garanti­sce l’intero fabbisogno elettrico e termico della casa. Tre batterie domestiche fanno da accu­mulatori per immagazzinare l’e­lettricità in eccesso generata du­rante il giorno e renderla dispo­nibile di notte. Lavatrice e lava­stoviglie prelevano acqua calda dalla pompa di calore, mentre la domotica interna regola e bi­lancia il fabbisogno energetico. La villa Ecolibera nasce dalla mi­lanese Finlibera, che opera nell’innovazione immobiliare e nell’edilizia off-grid ready. I fon­datori sono Dario Mortini e Pier­paolo Zampini che, insieme ai fratelli Cerruti costruttori di Alessandria e Asti, hanno crea­to il progetto ‘Country Due’, «il primo insediamento Ecolibera full-optional di abitazioni auto­sufficienti in classe energetica A4.

 

Ufficio stampa e PR: info@patriziadesantopr.it

Correlati

AD ASTI LA PRIMA CASA A IMPATTO ZERO: L’ABBIAMO VISITATA | GENTE

  Riscaldamento, Elettrodomestici , Aria Condizionata , Automobile : Tutto è elettrico e...

Continua a leggere

Ecolibera: la casa senza bollette che ti ricarica l’auto elettrica | BusinessInsider

  Ecolibera è la prima casa totalmente autosufficiente dal punto di vista energetico, e...

Continua a leggere

Case Ecolibera, elettriche e autonome | Il Sole 24 Ore

Ville da sogno che promettono davvero di essere autosufficienti dal punto di vista energetico....

Continua a leggere

Unisciti alla discussione