youbuildweb.it

Oltre l’autonomia energetica: Ecolibera, la casa che guadagna

Il segreto è il tetto. È da lì che parte il sistema integrato e sostenibile in grado di garantire l’autonomia energetica alle abitazioni Ecolibera. La copertura è infatti progettata ad hoc per dimensioni, inclinazione e orientamento, in modo da ospitare un efficiente sistema di produzione energetica con pannelli fotovoltaici, eventualmente integrati dal solare termico.

 

autonomia energetica casa ecolibera 1 piano
Casa Ecolibera in fase di costruzione presso Brembio

 

Risparmio e surplus energetico

Gli impianti a energia rinnovabile garantiscono alla casa il funzionamento, il riscaldamento e il raffrescamento, oltre che la possibile ricarica elettrica di auto, moto e bici. La casa Ecolibera è infatti Energy Plus: produce in autonomia più energia di quanto serva per le sue necessità, tanto da consentire di usare il surplus energetico per ricaricare veicoli elettrici tramite una Wall-box in garage o addirittura per coltivare in autonomia prodotti ortofrutticoli tutto l’anno, grazie a una mini-serra a led.

 

autonomia energetica casa ecolibera 1 piano
Zona living della casa Ecolibera presso Brembio

 

Autonomia energetica, che si traduce in autonomia economica. Il sistema consente di essere liberi dai costi delle bollette di energia elettrica e gas, grazie all’impianto sostenibile che autoproduce interamente il fabbisogno di elettricità, acqua calda, mobilità e cibi freschi dall’orto di casa. In più, Ecolibera può alloggiare affittuari paganti in un’area dedicata per generare un reddito costante gestito da una società ad hoc, così da poter sostenere le rate del mutuo e coprire i costi d’acquisto.

A fronte di un investimento iniziale maggiore rispetto a quello per una casa tradizionale, le caratteristiche energetiche di Ecolibera sono ideate ad hoc per dare al proprietario la possibilità di ottenere fin dal primo anno le detrazioni fiscali e gli ecobonus consentiti dalla Legge finanziaria in corso e quindi di dimezzare i costi, a cui si somma il risparmio sulla bolletta della corrente elettrica e del gas. È poi possibile ottimizzare il consumo dell’energia autoprodotta per ottenere un risparmio sui costi della mobilità del nucleo famigliare, grazie ai veicoli elettrici e ai sistemi di accumulo domestici come i Tesla Powerwall 2.

 

Impianto integrato e bioedilizia

Il sistema di condizionamento è composto da una pompa di calore con recupero delle calorie prodotte (WMC) e un impianto a ventilazione controllata: riscaldamento e acqua calda possono essere prodotti senza allacciamenti esterni a luce e gas, garantendo energia “a bolletta zero”. Che non viene sprecata perché le componenti strutturali (pareti, serramenti, tetto, pavimenti) sono a prova di dispersioni termiche.

 

autonomia energetica casa ecolibera

Esiste inoltre una variante Ecolibera costruita con tecniche di bioedilizia, composta di materiali ecocompatibili al 100%. Che risponde appieno ai parametri indicati dalla Conferenza internazionale sul clima di Parigi, grazie a tecniche costruttive in canapa-calce con struttura lignea, che permettono di assorbire la CO2 e favoriscono il benessere degli abitanti. Appositi sistemi di raccolta dell’acqua piovana e di fitodepurazione completano questa versione biocompatibile di Ecolibera, che ha ottenuto le certificazioni CasaClima Gold e LEED.

LEGGI TUTTO

 

Correlati

Al progetto Ecolibera il premio “Le Fonti Awards”

L’iniziativa ha ricevuto il riconoscimento come “Eccellenza...

Continua a leggere

Milano Finanza – Con Ecolibera costruire ecologico diventa redditizio

Con Ecolibera costruire ecologico diventa redditizio Dario Mortini e...

Continua a leggere

Il Sole 24 Ore | La casa del futuro? Sarà modulare e pronta in pochi mesi

–di Maria Chiara Voci  17 luglio 2018 L'obiettivo di questo modello abitativo Ecolibera...

Continua a leggere

Unisciti alla discussione