GreenCity.it – La rivoluzione dell’auto elettrica parte dalla ricarica a casa, da un’abitazione Ecolibera

Ecolibera è la risposta attiva e sostenibile alla libertà nei consumi domestici a 360°: una casa potenzialmente scollegabile dalla rete elettrica anche per la mobilità a quattro e due ruote. La rivoluzione della mobilità elettrica è alle porte, le ricerche internazionali danno a un massimo di otto anni il decollo su base planetaria. Cresce, intanto, l’offerta di auto full-electric e ibride. Aldilà dello sviluppo delle tecnologie per i motori del futuro, il punto cruciale è la diffusione dei punti di ricarica.

Questo è il risultato che il Gruppo Finlibera con Ecolibera ha messo a punto dopo anni di ricerche, offrendo la possibilità di una ricarica sicura, costante e quotidiana ai mezzi elettrici di famiglia, utilizzando la produzione autonoma di elettricità e grazie ai sistemi di accumulo domestici come i Tesla Powerwall 2.

«Il fatto di ricaricare nel garage di casa la propria auto è fondamentale, senza dipendere subito dai punti di ricarica sul territorio (che oggi sono comunque potenziati, anche uno ogni 150 km). Poter contare su almeno 400 km di autonomia in partenza dà molta libertà. Come diciamo noi di Ecolibera: la libertà energetica equivale alla libertà economica». Sostiene Pierpaolo Zampini, AD con Dario Mortini di Finlibera«Sistemi ad alto rendimento come i Tesla Powerwall 2 hanno notevolmente abbattuto i costi di accumulo, impiegandoli alla scala domestica rende possibile ottimizzare i consumi dell’energia prodotta dalla casa e ottenere un risparmio davvero sensibile».
Ma quanto si risparmia, nelle spese di funzionamento e gestione per la casa e per l’auto, con Ecolibera? Le previsioni del team di esperti che collabora con Ecolibera sono ottimistiche e guardano lontano, forti delle qualità Off-Grid Ready di un’abitazione che produce da solatutta l’energia di cui necessita, rinnovabile e a emissioni zero. In sostanza, nell’arco di 30 anni, percorrendo circa 20mila km l’anno con il proprio veicolo elettrico ricaricato nella Wall Box in dotazione, si arrivano a risparmiare almeno 35mila euro, che si aggiungono ai risparmi energetici per riscaldare, cucinare, proteggere, raffrescare e cucinare. Il calcolo sul risparmio totale con una casa Ecolibera rispetto alla gestione di un’abitazione tradizionale è di 135mila euro.

Lo stesso rapporto investimento-resa-risparmio si ha oggi con la scelta dell’auto elettrica invece dell’endotermica, segnala Zampini: «se si considerano i costi d’acquisto, RC, bollo, energia, tagliandi, pastiglie, pneumatici, areaC, carburante, eccetera un’auto di medio-alto livello con motore termico come la BMW Serie 4 arriva a costare in 10 anni 95mila euro (su 200mila km), una Tesla Model 3 (elettrica di ultima generazione) al massimo 55mila euro. Che dire? Risparmio garantito nel tempo, comfort e libertà!».
Se si considerano anche i vantaggi per l’ambiente, dati dall’obiettivo della riduzione di CO2 sui consumi complessivi abitare-mobilità (decarbonizzazione), Ecolibera rappresenta un progetto innovativo -efficace e redditizio- di economia circolare 4.0, già in fase di realizzazione con le prime residenze in costruzione nel milanese, in Lombardia e presto in tutta Italia.

 

LEGGI TUTTO

Correlati

Al progetto Ecolibera il premio “Le Fonti Awards”

L’iniziativa ha ricevuto il riconoscimento come “Eccellenza...

Continua a leggere

Milano Finanza – Con Ecolibera costruire ecologico diventa redditizio

Con Ecolibera costruire ecologico diventa redditizio Dario Mortini e...

Continua a leggere

Il Sole 24 Ore | La casa del futuro? Sarà modulare e pronta in pochi mesi

–di Maria Chiara Voci  17 luglio 2018 L'obiettivo di questo modello abitativo Ecolibera...

Continua a leggere

Unisciti alla discussione